99 HOMES (2014) di Ramin Bahrani

di Andrea Pesoli

99_HomesVoto: 2/4

La crisi immobiliare made in Usa va in scena al Lido. Una delle piaghe più devastanti della storia americana è il soggetto su cui è costruito 99 Homes di Ramin Bahrani, film presentato in concorso alla 71. Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia. La pellicola ambientata a Orlando in Florida, è interpretata da Andrew Garfield, Michael Shannon e Laura Dern. Dennis (Andrew Garfield) è un ragazzo padre a cui viene pignorata la casa dalle banche. Alloggiato temporaneamente in un motel, il protagonista troverà poi lavoro nel settore proprio grazie al potente esecutore del suo sfratto (Michael Shannon).

Da uno spunto veramente originale prende vita con il passare dei minuti una pellicola stucchevolmente classica, un difetto che nasce dalla necessità di compiacere a tutti i costi un’ampia fetta di pubblico (probabile infatti una distribuzione massiccia nelle sale). Alcune fasce infatti non avrebbero sopportato un ritratto fedele, duro e disincantato: il lieto fine è quindi un abbaglio funzionale alla causa. Lo stesso non può essere detto per il protagonista Garfield, qui al primo ruolo senza costume dopo The Amazing Spiderman. Fisicamente molto lontano dal tutto fare provato dalla crisi, l’attore paga pegno nonostante l’impegno. Shannon e Dern invece, come al solito in parte.